Gli esperti della prima giornata | XI Seminario internazionale di educazione interculturale

Roberto Mancini

E’ professore ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università di Macerata. Insegna inoltre Economia Umana presso l’Accademia di Architettura dell’Università della Svizzera Italiana a Mendrisio. All’Università di Macerata ha ricoperto gli incarichi di presidente del Corso di Laurea in Filosofia, dal 2004 al 2010, e di Vice Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, dal 2006 al 2012.

E’ membro del Direttivo dell’Università per la Pace delle Marche. Collabora stabilmente con le riviste “Servitium”, “Ermeneutica Letteraria” e “Altreconomia”. Dirige la collana “Orizzonte Filosofico” e la collana “Tessiture di laicità” presso la Cittadella editrice di Assisi.

Tra le più recenti  pubblicazioni figurano Trasformare l’economia. Fonti culturali, modelli alternativi, prospettive politiche del 2014, Ripensare la sostenibilità. Le conseguenze economiche della democrazia, del 2015, entrambi per i tipi della Franco Angeli di Milano. Nel 2016 abbiamo: La rivolta delle risorse umane. Appunti di viaggio verso un’altra società, per Parazzini di Rimini, e Il senso della misericordia, per Edizioni Romena di Pratovecchio.

Quelli che vogliono cambiare il mondo con le armi non si avvedono del fatto che sono le armi a cambiare loro per mantenere le stesse regole del mondo che doveva essere cambiato. Finché il lessico politico per indicare l’evoluzione della società resta questo, ci mancano le parole per pensare anche il cambiamento dell’economia. Le parole più adatte a rispecchiarne il significato sono invece, a mio parere, “restituzione” e “trasformazione”.

Da Trasformare l’economia. Fonti culturali, modelli alternativi, prospettive politiche, Milano, Franco Angeli, 2014

Sito ufficiale di Roberto Mancini filosofo

TITOLO DELL’INTERVENTO:  Ci può essere uno sviluppo etico?

*

Enrico Giovannini

Economista. Statistico. Ministro del Lavoro del governo Letta dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014. Presidente dell’Istat dal 2009 al 2013. Già responsabile statistiche dell’Ocse, l’organizzazione dei Paesi più industrializzati. Docente di Statistica economica all’Università di Roma Tor Vergata. Il 30 marzo 2013 è stato chiamato da Giorgio Napolitano a far parte del gruppo dei saggi incaricato di avanzare proposte programmatiche in materia economico-sociale ed europea. Laureato in Economia e commercio alla Sapienza, dal 2002 insegna Statistica economica a Tor Vergata ed è membro del Club of Rome.

È autore di oltre 90 articoli in campo statistico ed economico pubblicati su riviste nazionali ed internazionali e di quattro libri: il primo Fabbisogno pubblico, politica monetaria e mercati finanziari pubblicato nel 1992 da Franco Angeli, il secondo Le statistiche economiche edito nel 2006 da Il Mulino (la seconda edizione, riveduta ed ampliata, è stata pubblicata nel 2015), il terzo Understanding economic statistics, pubblicato nel 2008 dall’OCSE (pubblicato anche in giapponese e ceco), il quarto Scegliere il futuro. Conoscenza e Politica al tempo dei Big Data, edito da Il Mulino nel 2014.

“Non lasciate che la possibilità di imminenti disastri comprometta il vostro spirito, non lasciate che la prospettiva di un futuro a lungo termine non ottimale uccida le vostre speranze. Sperate nell’improbabile, lavorate per l’improbabile. Ricordatevi inoltre che, anche se non dovessimo riuscire nella nostra lotta per un mondo migliore, ci sarà ancora un mondo futuro. E ci sarà ancora un mondo con un futuro, solo meno bello e armonioso di quanto sarebbe potuto essere”.

Dall’intervento al Convegno “2050 Scenari globali”.

TITOLO DELL’INTERVENTO: Ecologia integrale: un cambiamento possibile?

Massimo Scalia

Docente di Fisica Matematica presso la Facoltà di Scienze MFN de “La Sapienza”, è titolare di un progetto di ricerca sulla teoria dei sistemi dinamici e le applicazioni alla Matematica, alla Fisica e alla Biologia. Laureato in Fisica 9 ha svolto ricerche in Fisica nucleare teorica negli anni successivi alla laurea. Da oltre vent’anni si interessa anche dell’interazione tra campi elettromagnetici e materiale biologico, della delicata questione del rumore termico, con lavori di carattere sia divulgativo che scientifico. Si occupa da molto tempo di energia, dell’impatto ambientale degli impianti energetici, del link energia/cambiamenti climatici e della relativa modellistica fisico-matematica, con un’ampia pubblicistica di carattere eminentemente divulgativo. Deputato alla Camera dal 1987 al 2001, è stato per due legislature presidente della Commissione d’Inchiesta sul ciclo dei rifiuti (“ecomafie”). Presidente del comitato scientifico nazionale di Legambiente (2001- 2005), ha fatto parte, su indicazione della Regione Basilicata dopo il decreto “Scanzano”, della commissione tecnico-scientifica nazionale per la sicurezza nucleare (2004 – 2006). E’ copresidente del comitato scientifico del DESS 2005-2014 dell’Unesco. Dal 2007 è presidente del comitato tecnico-scientifico per il Piano Energetico della Regione Lazio.

La scelta nucleare si presenta, ormai mi sembra con sempre maggior chiarezza e in ambienti sempre piú ampi, come una scelta imposta a questo Paese, che lo penalizzerebbe ulteriormente sul piano della divisione internazionale del lavoro.

Ambiente ed energia: scelte energetiche e partecipazione popolare, Edizioni Dedalo, 1979

TITOLO DELL’INTERVENTO: Esiste una politica della sostenibilità?

*

Maria José Neves

Maria José Neves ha insegnato per quindici anni prima di entrare al Ministero dell’educazione portoghese come Esperta. Dal 1999  ricopre la carica di Tecnico esperto della Direzione generale per l’istruzione – Ministero dell’Istruzione (Direção-Geral da Educação – Ministério Educação).  Dal 2013 Lavora nell’unità di sviluppo curricolare, ovvero nel settore dell’educazione alla cittadinanza, come coordinatrice dei settori dell’educazione ai diritti umani, Sviluppo dell’istruzione e dell’istruzione interculturale. A livello europeo, è rappresentante della Direzione generale dell’istruzione nel GENE – Global Education Network Europe. A livello nazionale, rappresenta la Direzione generale per l’istruzione – Ministero della Pubblica Istruzione- in diversi gruppi di lavoro: Comitato Nazionale della Campagna del Consiglio d’Europa “nessun odio Speech Movement”; Monitoraggio della Commissione della strategia nazionale per l’educazione allo sviluppo; Gruppo di monitoraggio tecnico del Piano strategico per la migrazione; Comitato tecnico del III Piano nazionale sulla tratta degli esseri umani; Commissione per l’uguaglianza e la non discriminazione; Gruppo di lavoro sull’educazione alla cittadinanza. Membro della squadra di formazione degli insegnanti della Direzione generale per l’istruzione del progetto “Pilotare il modello del Consiglio d’Europa sulle competenze per la cultura democratica”.

 TITOLO DELL’INTERVENTO: Presentazione della policy EAS del Portogallo

*

Francesca Vanoni

Project manager del progetto Global Schools per la Provincia Autonoma di Trento. Master in Studi centro e sud-est europei alla School of Slavonic and East European Studies di Londra, laurea in Relazioni internazionali presso l’Università degli Studi di Bologna. Tra il 1998 e il 2004 ha svolto e coordinato vari progetti di ricerca applicata sul tema dei rapporti interetnici e del sostegno alla società civile nei Balcani e ha operato in progetti di cooperazione in Kosovo, Montenegro e Serbia.

Il progetto Global Schools è finanziato dall’Unione Europea e coinvolge partner di 10 paesi, guidati dalla Provincia Autonoma di Trento come ente capofila. È entrato il primo di aprile 2017 nel suo terzo e ultimo anno di attività che si concluderà a marzo 2018.

Il progetto ha come obiettivi:

  • A livello politico facilitare l’integrazione del ECG (Educazione alla cittadinanza globale) nelle politiche educative e nei programmi.
  • A livello tecnico, fornire un sostegno continuo agli insegnanti per facilitare l’integrazione sistematica del ECG nella pratica didattica quotidiana.
  • A livello sociale, facilitare la sensibilizzazione sul EYD 2015 e l’agenda post 2015 per ottenere il coinvolgimento degli insegnanti, dei genitori e della comunità più ampia.

TITOLO DELL’INTERVENTO:  Global Schools: esperienze e prospettive. Una riflessione corale al termine del progetto Global Schools

*

Qui il programma del Seminario

Qui i metodi di iscrizione

Qui le schede con gli ospiti di sabato 9

 

SOCIO FOCSIV

SOCIO FOCSIV

www.cvm.an.it

PORTO SAN GIORGIO
Sede operativa
Via delle Regioni, 06 - 63822
Tel/Fax 0734 674832
cvmap@cvm.an.it

CON IL CONTRIBUTO DI

CON IL CONTRIBUTO DI

 I NOSTRI PARTNER

English EN Italiano IT Español ES